30-06-2022 - Devmy

I “riti” di Devmy: tra Stand-Up, Retrospettive e Sprint

“Che cos’è un rito?” disse il Piccolo Principe.
“È quello che fa un giorno diverso dagli altri giorni, un’ora dalle altre ore.” disse la volpe.

Che la volpe sia un precursore della metodologia Agile?

I riti di cui vogliamo parlarvi, però, non servono a “prepararci il cuore” ma sono necessari per la crescita di un’azienda.

Le riunioni sono di fondamentale importanza ma se fino a poco tempo fa (e ancora oggi in alcune organizzazioni convenzionali) erano poco efficaci, lunghe e disorganizzate, per le aziende che adottano una filosofia Agile, i meeting sono estremamente focalizzati, strutturati e soprattutto con diversi obiettivi.

Ecco i nostri.

 

Stand-up meeting: il nostro appuntamento fisso

C’è chi è in ufficio, chi in remoto, chi ha appena parcheggiato e si collega in macchina dal cellulare, ma alle 9 in punto si inizia.

Un appuntamento fisso giornaliero di circa 10 minuti per avere un costante allineamento del team alle varie attività.
Come dice la parola, si svolge in piedi (incentivo per renderla breve! :D), ogni membro del team condivide cosa ha fatto il giorno prima, cosa farà quel giorno e se ci sono ostacoli che impediscono di andare avanti (ma se sono presenti, si stabilirà un altro momento per cercare di risolverli coinvolgendo i membri del team necessari), si cambia sempre l’ordine di intervento in modo da movimentarla un po’ e tutti i membri dell’azienda partecipano.

Ma a parte la condivisione, l’allineamento e il controllo di impedimenti non dimentichiamo un altro scopo fondamentale: un saluto prima di iniziare la giornata!

 

Retrospective: cos’è e come funziona

La vita si muove abbastanza velocemente se non ti fermi e ti guardi intorno, potresti perderla.

Questo lo diceva il grande Ferris Bueller. Il dodicesimo principio del Manifesto Agile, invece, recita: “A intervalli regolari il team riflette su come diventare più efficace, dopodiché regola e adatta il proprio comportamento di conseguenza.”

Ogni tanto quindi bisogna fermarsi, riflettere e analizzare. Avere un momento di confronto approfondito è essenziale per la crescita sana del team.

La Retrospettiva mensile mira ad analizzare la vita aziendale cercando di cogliere aspetti positivi, negativi e cos’è da migliorare. Noi spesso utilizziamo FunRetrospective per dare alla riunione un tono più allegro. In 10 minuti ognuno scrive una o più card che poi verranno inserite nella nostra board di Governance per essere valutate da tutto il team e attuate in caso tutto si reputi che la proposta sia valida.

La Retrospettiva annuale, invece, tratta in maniera generale l'andamento aziendale analizzando i progetti sviluppati e la crescita del team, valutando cosa è andato bene e cosa è andato male e definendo gli obiettivi desiderati per l'anno nuovo.

 

_MG_8311 (1).jpg

 

Riunioni di Governance

Hai un’idea? Una proposta da fare? È pieno inverno, arrivi in ufficio e non sai dove posare l’ombrello?
Allora crei un task nella board di Governance: "Comprare portaombrelli”. (NB caso realmente accaduto).

La riunione di Governance serve, infatti, per discutere e valutare tutte le proposte nate durante le retrospettive (o quelle nate in maniera spontanea durante un giorno di pioggia).

Mensilmente si alternano riunioni di Governance generali (durante le quali si parla della vita in ufficio e dei processi aziendali) a quelle più specifiche relative al development.

 

Tech Meeting: un momento formativo

Non si finisce mai di imparare, non c’è dubbio. Nel mondo dello sviluppo software, più che in altri ambiti, serve un aggiornamento continuo. Oltre al learning individuale, ogni 15 giorni, ci ritagliamo uno spazio per il learning condiviso.

Se uno di noi ha seguito un workshop interessante, perché non raccontare agli altri quello che ha imparato? Il Tech Meeting ha lo scopo di condividere le competenze e stimolare la crescita personale, oltre quella del team.

 

Attività e Retreat Annuale

Dei vantaggi del Team Building ne abbiamo già parlato: è importante conoscere i colleghi anche al di fuori del posto di lavoro. Qui in Devmy spesso organizziamo uscite e attività insieme.

Mens sana in corpore sano e, infatti, all’ora di pranzo due giorni a settimana un gruppetto di noi va in palestra a fare funzionale. Qualche uscita poi, tra buon cibo e vino (poco eh :D) può fare solo bene all’umore.

Una volta l’anno invece ci ritroviamo per il Retreat che spesso coincide con la retrospettiva annuale.

 

WhatsApp Image 2022-06-24 at 20.23.45 (2).jpeg

 

Ma i nostri riti-riunioni non sono finiti qui. Passiamo a quelli per i progetti.

 

Discovery

E quando ci contattano per un nuovo lavoro? Da dove iniziare?
Esplorando il progetto.

Nella fase di Discovery se ne identifica la fattibilità: si analizza la richiesta, gli aspetti tecnologici necessari, il team di cui si ha bisogno e l’effort, e si delineano possibili scenari risolutivi per decidere alla fine se proseguire e come.

 

Kickoff meeting

Si - può - fareeeeee!

Il risultato della riunione di Discovery è che alla fine il progetto “si può fare” e noi siamo entusiasti (quasi) quanto il dottor Frederick Frankenstein.

Una volta firmato il contratto, si indossano le scarpette e si calcia la palla ovale: siamo pronti per il Kickoff meeting, la riunione per delineare un piano d’azione.

Questo meeting serve, infatti, a definire gli obiettivi e le strategie da adottare, validare i tempi, progettare gli sprint, stabilire i componenti del team di lavoro e assegnare loro i task.

Si affrontano e discutono, quindi, seguenti argomenti:

  • allineamento;
  • scopo o obiettivi;
  • ruoli e responsabilità;
  • pianificazione del progetto;
  • individuazione dei tempi di realizzazione delle diverse fasi progettuali.

 

_MG_8299 (1).jpg

 

Sprint

Sulle linee di partenza, pronti…via!

Però senza correre che bisogna progettare tutto correttamente.

Innanzitutto, cosa sono gli Sprint?
Ogni Sprint è una tranche programmata del progetto, un piccolo progetto a sé stante con un proprio obiettivo da portare a termine. L'insieme degli Sprint costituirà il progetto finale.

Le riunioni per questa fase sono:

Sprint Planning

Lo Sprint Planning non è altro che una riunione in cui il team pianifica insieme al cliente quali sono i task che, per priorità, devono essere portati a termine durante lo Sprint.

Sprint Review

La Sprint Review chiude uno Sprint e dà la possibilità di ispezionare il lavoro svolto.

Sprint Retrospective

Nella Sprint Retrospective si controllano tutti i processi, il lavoro svolto dalle persone e gli aspetti legati alla collaborazione. È la riunione di fine progetto o che si tiene al termine di uno dei suoi iter per capire cosa è andato bene, cosa potrebbe essere migliorato e cosa invece deve essere eliminato/cambiato. Lo scopo principale è dunque quello di migliorare il processo tenendo conto dei feedback di tutti i membri diventando quindi un'opportunità di crescita.

 

_MG_7664 (1).jpeg

 

Pausa caffè

"È coffee break signori!" - Duccio, Boris

Dopo questo lungo elenco di riunioni pensavate ci dimenticassimo di quella più importante?!

Si, non è proprio una riunione ma sicuramente è un rito. Fare una pausa serve per ritrovare la concentrazione, stimolare la creatività (si, capita!), diminuire la sedentarietà e socializzare. E tra un caffè e qualche biscotto non ci dimentichiamo dei remote workers: connessi in un huddle di Slack o con Google Meet, scambiamo quattro chiacchiere anche con chi non si trova fisicamente in ufficio.

 

Quando saranno le quattro (il momento della pausa), incomincerò ad agitarmi e ad inquietarmi...

Contattaci

Vuoi sviluppare un progetto con noi?

Anche se - semplicemente - vuoi prendere un caffè con noi o vedere la nostra collezione di Action Figures scrivici tramite questo form.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.